José Eduardo Lopes — Frantumi

.


Un camion senza guida si ribaltò a un incrocio, non ci furono feriti ma il carico finì in strada — una partita di sculture di esseri umani a grandezza naturale, inviata per una mostra nella capitale. Tuttavia di naturale non c’era soltanto la dimensione delle statue; l’incidente, attraverso le opere in frantumi, rivelò che all’interno delle sculture c’era gente morta, in carne e ossa, con i tratti e le sembianze ricoperti da uno strato di gesso spesso quattro dita. La polizia si precipitò a casa dello scultore per trarlo in arresto, ma questo si dichiarò immediatamente vittima di un’ingiustizia — l’autore delle opere, affermava, non era lui, ma Dio.


José Eduardo Lopes (Mozambico/Portogallo), Senza titolo


(Tradotto da Estrada de Santiago)

2 commenti:

  1. José Eduardo Lopes é um dos melhores escritores da literatura portuguesa em nossos dias.
    Há sempre algo excepcional escrito por ele para comfimrar sua qualidade.

    RispondiElimina
  2. é... nunca será bastante traduzido...

    RispondiElimina